Piano di gomma

Home » Rappresentazioni tattili » Tecniche di disegno a rilievo » Tecniche per uso didattico » - Piano di gomma

La tecnica 

Due modelli di piano gomma.È un sussidio di struttura semplicissima, costituito da una base in gomma e corredato di fogli in plastica trasparente. Sul mercato ne esistono alcune varianti che si differenziano per dimensioni e per il sistema di bloccaggio del foglio.
Se, con una comune penna biro o una matita, si traccia un segno con una leggera pressione, si produce un rilievo che risulta immediatamente percepibile senza dover girare il foglio.

Altezza del rilievo

Con questa tecnica si producono rilievi significativi per il tatto, ma di un unico spessore che risulta piuttosto basso.

Precisione della traccia

Particolare di texture diverse.Questa tecnica non permette di ottenere dei segni molto precisi. Il rilievo infatti è leggermente “ondulato” e “arricciato”.
Limitato è il repertorio di tracce realizzabili: punti di diverse dimensioni, linea e doppia linea continua, linea tratteggiata, linee curve e rette. Possono essere ottenute texture diverse riempiendo le aree con rigature orizzontali, verticali od oblique, distanziate di 0,3 – 0,5 mm, oppure con campitura a punti o graffiata.

Modi d'uso 

Mano che disegna su piano in gomma.È un sussidio utilizzabile per il disegno a mano libera o con riga e squadra.
L’insegnante può realizzare con rapidità disegni a rilievo per integrare argomenti di geometria, arte, scienze, per disegnare mappe e percorsi, per l’insegnamento dell’alfabeto ecc…
Il piano di gomma è un sussidio molto gradito dagli studenti poiché consente loro, dopo un percorso d’addestramento all’uso, di esprimersi liberamente con gran semplicità, e di cimentarsi anche in prove grafiche, su tematiche di studio dalle quali spesso sono esonerati. Nell’ambito della scuola materna questo strumento viene spesso proposto come alternativa alla richiesta del bambino cieco di poter utilizzare gli strumenti del disegno propri del bambino vedente (pastelli, pennarelli, ecc.).

Uso di colori 

Generalmente viene utilizzata una penna scarica in modo che la persona cieca possa toccare il disegno mentre lo sta realizzando senza sporcarsi le dita. Se si vuol rendere la traccia del disegno ben visibile è possibile utilizzare una penna con inchiostro nero o colorato. In questo caso occorre aspettare un po’ perché il colore si asciughi completamente prima di toccare il rilievo.