La collana a grandi caratteri

Home » Prodotti e servizi » La collana a grandi caratteri

Foto alcune copertine dei libri della collana a grandi caratteri.Utilizzando la stampa digitale, il Progetto Lettura Agevolata in collaborazione con il Centro Produzione Multimediale comunale, ha avviato, nel 2001 la riedizione a grandi caratteri di alcuni importanti opere della letteratura italiana e straniera. La collana a grandi caratteri del PLA è stata una tra le prime iniziative editoriali in Italia per facilitare la leggibilità delle opere letterarie. L’obiettivo dell’iniziativa era duplice. Da un lato permettere anche a chi ha problemi di vista - sia esso una persona anziana o un ipovedente lieve - di continuare a leggere senza rinunciare ad un hobby o ad una passione. Dall’altro, sensibilizzare gli operatori del mondo editoriale sul problema della leggibilità della pagina scritta, e metterli a conoscenza della consistente utenza potenziale con leggera ipovisione. Grazie ad un libro a grandi caratteri, chiunque abbia problemi di vista o trova troppo faticoso leggere un libro stampato secondo gli standard tradizionali, ha la possibilità di continuare a leggere.

Questa campagna di sensibilizzazione ha preso avvio nel 2001 con la stampa dell’edizione a grandi caratteri del libro di Tiziano Scarpa “Venezia è un pesce”, proposta come esempio di possibile applicazione della metodologia editoriale “book on demand” per produrre a costi contenuti dei libri adatti alle esigenze dei lettori con problemi di vista. La collana si è poi arricchita negli anni di altri importanti titoli, fino ad arrivare a quota 21 nel 2007.

I libri sono realizzati secondo il principio di leggibilità, rispettando parametri specifici e ponendo particolare attenzione al rapporto tra la pagina scritta e le capacità visive del lettore. Le dimensioni del carattere, chiaro e definito, sono superiori a 16 punti tipografici. I margini di impaginazione, equilibrati intorno al testo, alleggeriscono la pagina. Il tipo di interlinea è ben studiato ed il rapporto tra il numero dei caratteri e la lunghezza della riga è adeguato. La carta impiegata è di colore avorio, non riflettente e ad alto spessore per evitarne il più possibile la trasparenza. Una nota particolare merita infine il tipo di carattere scelto, il Proforma, selezionato - fra i cinque proposti - da un campione di 100 persone, per la maggior parte anziane e con problemi di vista, perché considerato il più leggibile.

Questa iniziativa è stata resa possibile grazie alla collaborazione di alcune importanti case editrici italiane come la Feltrinelli; Garzanti; Marsilio; Socrates; Il Prato; Adelphi, che hanno fornito i testi in formato digitale, a titolo gratuito e per gli obiettivi del progetto, autorizzandone la ristampa a tiratura limitata.

I titoli della collana:

  1. Tiziano Scarpa - Venezia è un pesce
  2. Stendhal - Cronache romane
  3. Thomas Mann - La morte a Venezia
  4. Joseph Conrad - Cuore di tenebra
  5. Rudyard Kipling - Racconti (2 volumi)
  6. Carolina Invernizio - Il bacio d'una morta (2 volumi)
  7. Joseph Conrad - La linea d'ombra
  8. Franco Bomprezzi - La contea dei ruotanti
  9. Karin Mainwaring - I danzatori della pioggia
  10. Franz Kafka - La metamorfosi e altri racconti
  11. AA.VV. - In Viaggio. Racconti (Concorso Letterario Giovanile)
  12. AA.VV. - Because the night... Racconti (Concorso Letterario Giovanile)
  13. William Shakespeare - Il mercante di Venezia
  14. Federico Garcia Lorca - Poesie
  15. AA.VV. - Opere d'inchiostro (poesie e racconti, Concorso letterario nazionale)
  16. Paolo Barbaro - Racconti (tratti da "Ultime Isole")
  17. Sàndor Màrai - Le braci
  18. George Simenon - Pioggia nera
  19. Raymond Radiguet - Il diavolo in corpo
  20. Iosif Brodskij - Fondamenta degli Incurabili
  21. Neri Pozza - Dalla notte al mattino 24-25 aprile 1945

I libri a grandi caratteri prodotti dal Progetto Lettura Agevolata sono ora esauriti, ma sono reperibili in tutte le biblioteche comunali e provinciali (possono quindi essere richiesti attraverso la normale procedura del prestito interbibliotecario), nonchè presso le residenze per anziani del territorio veneziano e alcune biblioteche italiane che ne hanno fatto richiesta.