Telefoni cellulari

Home » Leggibilità del testo » Leggibilità e usabilità nelle tecnologie di uso quotidiano » Telefoni cellulari

Scheda

I telefoni cellulari sono ormai uno strumento di comunicazione generalizzato e di utilizzo quotidiano ma non c’è ancora una sufficiente attenzione per renderli davvero accessibili e usabili da parte di tutti i fruitori. Il mercato offre una vastissima gamma di modelli ma è estremamente difficile, per non dire impossibile, trovarne uno che soddisfi le necessità di un’utenza anziana o comunque con difficoltà visive, interessata più ad avere un prodotto usabile che non un minuscolo gioiellino tecnologico purtroppo inservibile.

Cellulari in commercio.È bene che venga lasciato spazio al design innovativo e che gli utenti possano scegliere anche tra modelli stravaganti e originali (anche se magari poco usabili), ma i produttori di telefonia mobile dovrebbero rispondere alle esigenze di tutti offrendo prodotti accessibili ad un’utenza il più possibile allargata.
Recentemente alcune ditte di cellulari hanno messo in commercio degli apparecchi che possono essere dotati di sintesi vocale e diventare quindi accessibili anche ai non vedenti e agli ipovedenti.
Si tratta comunque di apparecchi di uso complesso, non adatti alle esigenze di una vasta fascia di popolazione che avrebbe semplicemente bisogno di un telefono con pulsanti chiari e ben marcati e un display di sufficiente leggibilità.

Leggibilità e usabilità 

Cellulari in commercio.Certamente tra gli aspetti specifici che influiscono sulla facilità di utilizzo di un telefono cellulare ritroviamo alcuni fattori di leggibilità già analizzati in questa pubblicazione, a cominciare dalla dimensione, dal contrasto e dalla forma dei caratteri che appaiono sui tasti o sul display.
Per quanto riguarda il display sono importanti anche eventuali funzioni di personalizzazione che consentono di ingrandire i caratteri o modificare i colori. Anche la qualità dell’immagine e una efficiente retroilluminazione migliorano la leggibilità del display.
Come già detto per i pulsanti degli apparecchi elettronici, anche per migliorare la fruibilità del cellulare è possibile differenziare i tasti del telefonino. È sufficiente distanziare un po’ gli elementi concettualmente diversi o aumentare la vicinanza tra quelli correlati per dare la sensazione di ordine e facilitare la percezione di unità. È inoltre possibile raggruppare visivamente tasti facenti parte di un gruppo contrassegnandoli con lo stesso colore o assegnando loro una stessa forma.

Pollice o indice? 

Cellulari in commercio.La spaziatura tra i tasti deve essere appropriata. Se i tasti sono poco distanziati tra loro può succedere di premere accidentalmente più di un tasto alla volta. È opportuno inoltre considerare le differenti modalità di utilizzo della tastiera da parte dei diversi utenti. Mentre i giovani generalmente usano il pollice, riuscendo a premere tasti anche molto piccoli, le persone adulte, anziane o con problemi visivi, tendono ad usare l’indice. Questo è dovuto sia ad un fatto di abitudine che di visibilità. Con il pollice infatti nasconderebbero parte della tastiera riducendo la leggibilità. Usando l’indice diventa però più difficile premere correttamente tasti vicini tra loro. Per questi motivi, le tastiere della maggior parte dei cellulari oggi in commercio non risultano adeguate. Spesso infatti la spaziatura è ridotta al minimo e i tasti si toccano gli uni con gli altri.

Tattilità 

Persone con problemi di vista o cieche, trovano indispensabile riuscire a sentire col tatto i tasti del telefono. Naturalmente questo è comunque un accorgimento utile a tutti. Nonostante queste considerazioni, i cellulari di ultima generazione hanno tastiere sempre più piatte e sottili, senza alcun riferimento tattile.
Per permettere un utilizzo agevole della tastiera è invece indispensabile che i tasti siano leggermente rialzati. È particolarmente importante poi che il tasto centrale con il numero 5 sia contrassegnato da un piccolo punto in rilievo, che diventa un riferimento dal quale la persona cieca (ma non solo) può ricostruire tattilmente l’intera tastiera. Questo riferimento, previsto dagli standard internazionali, è però spesso reso inefficace dal design di molte tastiere dei telefonini in commercio, e posto in posizioni in cui, anche se presente, non è percettibile.